Lungo Lento – Paolo Maccagno

Non preoccupatevi, non abbandono la bici per la maratona, non potrei mai riuscirci, le mie articolazioni sono già abbastanza usurate.
Lo ammetto, devo ancora finirlo, ma la voglia di condividere questa lettura era già troppo alta dopo le prime due pagine. In certi passaggi non è immediato, almeno per me che di umanistico so poco, ma rileggendo e cercando quello che non si sa, si procede orgogliosi di conoscere cose nuove. È illuminante, ho trovato molte risposte alle classiche domande relative agli sport di endurance come la ricerca del limite, il perchè si decida di affrontare tanta fatica, la competizione… Molti concetti sono facilmente trasferibili alle due ruote: la ciclicità del movimento, la dimensione tempo, l’isolarsi. 
Leggetelo, anche se non siete maratoneti!